Gellio Repetto

Gellio Repetto.

Nato a Genova ha compiuto gli studi a Milano conseguendo a Brera la Maturità Artistica e l'abilitazione all'insegnamento. Scultore per tradizione familiare si stabilisce in Val Gardena per affinare la tecnica della scultura in legno e frequentare la prestigiosa Scuola d'Arte di Oristei. Rientrato a Genova, iscritto all'Accademia Ligustica, si dedica prevalemente all'arte sacra,  erede di Antonio Canepa che vedeva in lui il suo continuatore. Questa  attività professionalemente sicura ma spesso a livello artigianale non soddisfa: l'incalzare di tutte le correnti informali lo scoraggia e lo induce ad abbandonare il campo... Il suo nuovo campo è l'insegnamento. Ritorna al vecchio amore giovanile, la pittura di paesaggii che lo pone a contatto con la natura e lo consola di una rinunzia che spesso gli torna in amara... Lavora "per diletto" parecchi anni nella quiete  del suo lago Maggiore ove è conosciuto ed apprezzato e dove presenta le sue prime "personli" ... Indi il successo delle Mostre liguri e lombarde: Critiche più che lusinghiere e l'inserimento nella schiera dei pittori di Artegiro, la manifestazione pittorico-itineramente che raduna molti dei nomi del "figurativismo" italiano. Caratteristico dominante  delle sue opere è il sicuro intuito nella ricerca del pittoresco: il lago, il rustico, le montagne dell'Ossolano e della Val d'Aosta le calli Veneziane e le spiagge liguri costituiscono una fonte d'ispirazione poetica che egli traduce in vibranti impressioni cromatiche che svelano all'osservatore l'intima bellezza della natura.

SettimoLink